About

www.lineamenta.it (dal 1999) è un laboratorio in rete sul disegno di architettura, dedicato alla comunicazione e sperimentazione di nuovi modelli di rappresentazione, fra ricerca e didattica, curati da Maurizio Unali.

Intro: il modello di rappresentazione originato dalla rivoluzione informatica ha ampliato le multidisciplinari vocazioni conformative proprie del disegno. Affiora, ancora una volta, la dimensione generativa unitaria del disegno-progetto. Emerge, attualizzata, l’idea storica di lineamenta. In una sorta di “New Lineamenta” (da leggere come “nuovo rinascimento del disegno”) la rappresentazione contemporanea, soprattutto all’interno delle creatività tematiche per lo spazio digitale, sembra essere il luogo del comporre fino a coincidere con il progetto. La rappresentazione come una tra le principali “sostanze” della creatività contemporanea.

A proposito del rapporto tra Disegno e Architettura, Leon Battista Alberti così scrive:
«L’architettura nel suo complesso si compone del disegno (lineamenta) e della costruzione» (1). L’Alberti con questa breve affermazione, chiarissima nella sua semplicità e immediatezza, risolve l’apparente “antinomia” tra disegno e progetto ricomponendola nell’idea “lineamenta”. Il Disegno-Progetto (2) e la Costruzione rappresentano due aspetti, due forme del fenomeno Architettura, due momenti che possono essere visti anche separatamente, ma a cui va rivolta la medesima attenzione se si vuole comprendere l’architettura nel suo essere unitario (come organismo complesso).
Si delineano così alcuni interessanti paralleli con la condizione rivoluzionaria generata dall’incontro tra spazio digitale e architettura. Da un lato le caratteristiche dello spazio digitale e i metodi di visualizzazione costringono contemporanee elaborazioni di natura rappresentativo-conformativa, in cui disegno e progetto sono la stessa cosa – il medium è il messaggio? (McLuhan); dall’altro la configurazione materica dell’architettura è sostituita (nello spazio digitale) dalla sua fruizione virtuale, interattiva, n-dimensionale, propria dello spazio informatico che la ospita.

Note:
(1) Leon Battista Alberti, De re aedificatoria (Firenze, 1485), ed. a cura di G. Orlandi e P. Portoghesi, ed. Il Polifilo, Milano 1989, Libro primo, Capitolo primo, p. 11. L’Alberti, come bene puntualizza nella nota al testo Paolo Portoghesi, con il termine lineamenta, «intende qualcosa di meno ampio e più specifico dell’italiano “disegno”. Tuttavia, traducendo “progetto” e “progettare”, si altererebbe in qualche punto il senso del testo».
(2) A tale riguardo è utile ricordare anche che in alcune lingue i significati dei termini Disegno e Progetto si sovrappongono, come, ad esempio, nell’inglese Design.